Meccanica e Macchine

Cinematica del corpo rigido e dei sistemi meccanici a corpi rigidi

Richiami di cinematica del punto. Il corpo rigido: il vincolo di rigidità – coordinate libere di un corpo rigido – atto di moto rigido piano. I vincoli più comuni e la loro descrizione cinematica (cerniera, appoggio, contatto, puro rotolamento…). Il teorema dei moti relativi nel piano. Calcolo del numero di gradi di libertà per sistemi di corpi rigidi nel piano. Il metodo dei numeri complessi per l’analisi cinematica di sistemi piani – catene cinematiche aperte e chiuse, equazione di chiusura. Applicazioni: cinematica del manovellismo ordinario centrato (approssimazioni del primo e secondo ordine), cinematica del manipolatore piano R-R, del quadrilatero articolato e del glifo.

Dinamica dei sistemi meccanici a corpi rigidi

Baricentro di un corpo e sue proprietà – Momento di inerzia di massa rispetto a un asse – Equilibrio dinamico dei sistemi di corpi rigidi: cinetostatica e dinamica dei sistemi meccanici piani. Campi di forze conservativi ed energia potenziale, teorema di conservazione dell’energia (bilancio delle potenze). Equazioni di Lagrange – Applicazioni al calcolo del moto di sistemi meccanici.

Azioni mutue nei sistemi meccanici

Il contatto tra solidi, attrito statico, radente, contatto di rotolamento e resistenza al rotolamento, cenni al contatto elastico tra corpi in rotolamento. Usura nel contatto tra solidi (cenni). Azioni esercitate da un fluido su un solido, azioni fluidodinamiche in condizioni stazionarie.

Dinamica della macchina

Schema generale della macchina, caratteristica meccanica del motore e dell’utilizzatore. La trasmissione, rapporto di trasmissione e rendimento. Dinamica della macchina a regime e in moto vario Dinamica della macchina a regime periodico. Dinamica della macchina alternativa, equilibramento delle azioni di inerzia.

Organi delle macchine

Sistemi per la trasmissione e la trasformazione del moto: trasmissioni a ingranaggi, a cinghia, a catena. Treni di ingranaggi semplici, composti, epicicloidali. Riduttore epicicloidale e differenziale. Trasmissioni a vite e madrevite. Confronto tra le trasmissioni di potenza: campi di utilizzo, rendimento, ingombri, rumorosità. Meccanismi a camma. Cuscinetti a strisciamento, a rotolamento e a sostentamento idrodinamico con cenni alla lubrificazione idrodinamica naturale. Freni e innesti. Transitorio di avviamento di una macchina con innesto a frizione.

Elementi di meccanica delle vibrazioni

Vibrazioni libere e forzate di un sistema oscillante ad un grado di libertà. Applicazione all’isolamento dalle vibrazioni. Cenni all’inquadramento dei problemi di vibrazione in ambito normativo. Questo argomento sarà svolto anche utilizzando modalità didattiche con conduzione di esperienze condotte autonomamente da parte degli studenti, organizzati in gruppi.

Introduzione alla stabilità e regolazione dei sistemi meccanici

Stabilità di un sistema meccanico. Regolazione di una macchina: applicazione alla regolazione di velocità.

Ultime pubblicazioni

Centro di istantanea rotazione (esercizi e appunti)

Si definisce centro di istantanea rotazione quel punto del piano della figura mobile che nella posizione considerata ha velocità nulla; le sue proprietà sono: tangente alla traiettoria e raggio cinematico (congiungente il…

Puleggia

Una puleggia è un organo di trasmissione del moto, costituito da una ruota scanalata girevole intorno al proprio asse; essa può eventualmente essere dotata di una o più gole per accogliere…

Ruota dentata

Le ruote dentate, siano esse piane o coniche, con qualunque tipo di dentatura siano state costruite, rappresentano, insieme alle corrispondenti ruote di frizione, la soluzione al problema della trasmissione del…

Spistonamento

Si definisce spistonamento un danno di grave entità (deformazione o rottura) alle parti mobili di una macchina motore a pistoni, dovuto principalmente al consumo dei supporti del pistone. L’aumento di giochi…

Compressore volumetrico alternativo

I compressori volumetrici alternativi sono macchine operatrici che trasferiscono energia meccanica ad un fluido comprimibile (principalmente gas) mediante pareti mobili. Il meccanismo da cui trae origine è il manovellismo di…

Treno planetario

Sono chiamati treni planetari o epicicloidali quei rotismi nei quali gli assi di una o più ruote sono mobili: queste ultime sono accoppiate ad un membro mobile detto telaio portatreno.…

Catena

Si definisce catena l’insieme di due o più membri vincolati tra loro, la quale si dice chiusa o aperta a seconda che il primo e l’ultimo membro siano collegati oppure no. Una catena…

Pistone (o stantuffo)

Si chiama pistone o stantuffo quel membro di una macchina, animato di moto rettilineo alternativo, di sezione circolare che scorre all’interno di un cilindro, ricevendo (nelle macchine motrici) o esercitando…

Meccanismo

Il termine meccanismo individua un ente che ha i connotati costruttivi, la mobilità, la capacità di trasmissione di moto, forza, energia, presenti nella definizione di macchina. Il complesso di più meccanismi…

Leva

La leva è una macchina semplice capace di amplificare una forza grazie all’applicazione del principio dell’equilibrio dei momenti. È costituita da un’asta rigida (detta potenza), capace di ruotare di un certo angolo…