Batterie ricaricabili al cemento

La ricerca di Luping Tang ed Emma Zhang ha prodotto una batteria ricaricabile a base di cemento con una densità energetica media di 7 Wattora per metro quadrato (o 0,8 Wattora per litro). Nonostante la densità di energia accumulata sia ancora bassa rispetto alle batterie commerciali tradizionali, questa limitazione potrebbe essere superata grazie all’enorme volume (e dimensione) della batteria che potrebbe essere costruita quando utilizzata negli edifici.

Ferro (Fe) e zinco (Zn) sono stati selezionati come anodi e ossidi a base di nichel (Ni) come catodi. La conduttività degli elettroliti a base di cemento è stata modificata aggiungendo fibre di carbonio.

I risultati di studi precedenti sulla tecnologia delle batterie in calcestruzzo hanno mostrato prestazioni molto basse, quindi ci siamo resi conto che dovevamo pensare fuori dagli schemi, per trovare un altro modo per produrre l’elettrodo. Questa particolare idea che abbiamo sviluppato – che è anche ricaricabile – non è mai stata esplorata prima. Ora abbiamo la prova del concetto su scala di laboratorio” spiega Emma Zhang, Dipartimento di Architettura e Ingegneria Civile, Chalmers University of Technology, ora Senior Development Scientist presso Delta of Sweden; “Siamo convinti che questo concetto sia un ottimo contributo per consentire ai futuri materiali da costruzione di avere funzioni aggiuntive come le fonti di energia rinnovabile”, afferma Luping Tang, Professore presso il Dipartimento di Architettura e Ingegneria Civile, Chalmers University of Technology.

Crediti: Chalmers University of Technology.

Bibliografia scientifica di riferimento: Rechargeable Concrete Battery https://www.mdpi.com/1026668

Related Articles

Responses